Registrazione fatture con importi a zero



La registrazione di fatture di acquisto con importi a zero è un’operazione molto semplice da effettuare in ad hoc Revolution, a patto di sapere come “ordinare” al programma di accettare righe con importo a zero nella registrazione di primanota. Immaginiamo di voler registrare una fattura di acquisto con importo complessivo a zero come nel seguente esempio:

Primanota

Se proviamo a confermare questa registrazione, AHR ci restituirà il messaggio di errore “Registrazione senza righe di dettaglio” impedendo il salvataggio. Per evitare il problema è sufficiente posizionarsi sulle singole righe della primanota contabile, fare clic sul pulsante Righe ed attivare l’apposita checkbox “Importi a zero” come nella seguente schermata:

Primanota

Una volta attivata tale opzione per tutte le righe della primanota contabile che hanno un importo pari a zero, sarà possibile confermare correttamente la nostra registrazione senza ricevere messaggi di errore.

C’è però una considerazione importante da fare: la registrazione verrà correttamente registrata in primanota, ma non verrà inserita all’interno della stampa del registro IVA. Per far sì che il documento risulti all’interno del registro IVA (seppure a zero) è necessario un ulteriore passaggio come possiamo vedere nella seguente schermata:

Primanota

In pratica dobbiamo, in corrispondenza della riga IVA nella primanota IVA (o delle diverse righe nel caso ce ne fosse più di una), impostare l’opzione “Omaggio” a Sconto merce. In questo modo, oltre ad essere registrata in contabilità, la fattura verrà stampata anche sul registro IVA.

Hai domande o dubbi su questo articolo?
Parliamone sul Forum di AHR Tips&Tricks!

Licenza Creative Commons
Articolo di AHR Tips&Tricks distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

"ad hoc Revolution" è un software di Zucchetti Spa che ne detiene tutti i relativi diritti.

AHR Tips&Tricks è un blog indipendente non collegato a Zucchetti Spa.


Se questo articolo ti è stato utile, aiutaci a scriverne altri ed a tenere in vita il sito con una piccola donazione tramite PayPal: anche pochi Euro sono importanti! Grazie!


Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *